SPEZZATINO DI POLLO ALLA CHISSENE

Dice “che è estate dobbiamo mangiarci solo cose fresche e leggere?” MA CHISSENE
dice “aho me so messa a dieta per la prova costume,stasera cucina nà cosetta leggera” MA CHISSENE
dice “mò che so single ada vede come me rimetto sul mercato con la dieta solo verdure e tisane” MA CHISSENE

Ho avuto un’epifania,si,mi è stato tutto chiaro improvvisamente
Anni ed anni a chiedermi perchè mai le famiglie Brambilla sulla spiaggia di Ostia Lido mangiavano parmigiana,lasagne,fettine panate…perchè?
Io che per naturale conseguenza temporale supponevo che col caldo si dovessero consumare solo cibi con alta percentuale d’acqua (cocomero,melone,insalate di riso,finocchi freschi…)
La mia giovane età giustificava la mia ingenuità culinaria
ORA LO SO
ORA MI E’ CHIARO TUTTO
la chiave di lettura di cotali ricette in cotale periodo estivo è direttamente proporzionale alla frustrazione da casalinga estiva
eh si,i figli si mettono a dieta,il marito che salta i pasti per entrare nel costume dell’anno scorso,tu che ti vedi allo specchio gonfia nonostante settimane di dieta e tea verde,tutta questa frutta fresca a disposizione e i tuoi cari soffritti che sembrano solo un vago ricordo.
Ad un certo punto dici BASTA
anche con 40 gradi all’ombra accendo il forno e metto sulla teglia un t-rex,giuro.

Per questo motivo,per colpa della dieta per la prova costume,per colpa dell’assenza ingiustificata di alcolici nella mia vita,per colpa di questa benedetta dieta Dukan e della satanica Tisanoreica che stanno trasformando tutti in taglie 38,per colpa del frigo che mi prega di liberarlo da quel 3kg di lardo di colonnata abbandonato lì per sensi di colpa…per colpa/merito di tutte queste cose ho deciso: OGGI IN CUCINA CHISSENE!

ciao amico olio,ciao amico soffritto…uh quanto tempo
oh ciao amica bottiglia di vino per cucinare,eccoci tutti riuniti,incominciamo!

INGREDIENTI:

800 gr di pollo a pezzi (oh signor macellaio lei è sempre così accurato nei tagli)
2 patate di media grandezza
1 carota grande
1 gambo di sedano

– 1 lattina di Pomodori Pelati


100gr di olive nere denocciolate(non risparmiate con quelle in lattina che fanno schifo)

1 testa d’aglio

peperoncino

sale pepe q.b
pentola di coccio,cucchiaio di legno (ma si diamo quel tocco invernale alla ricetta)

NOTA: se usate i bocconcini di pollo no problem,se invece usate il pollo a pezzi non disossato fate attenzione durante la cottura perchè ammorbidendosi la carne potrebbe staccarsi dall’osso quindi rimuoveteli dalla pentola prima di impiattare.

PREPARAZIONE

-Il vino in generale si usa per sgrassare le carni durante la cottura diceva mia nonna (dovevate vedere che magre che venivano quelle teglie di SUGNA ALLA CACCIATORA che sfornava). Il pollo è una carne magra di per sè, quindi aprite questa bella bottiglia di vino, versatela in un bel calice ed assaporate l’effetto della produzione di dopamina e la  stimolazione della trasmissione dopaminergica (vedrete comparire magicamente il sottotitolo “ma che te frega di quel costume in offerta da Gucci tanto mica vai a Formentera!“).

-prendete il pollo già tagliato a pezzi e con l’uso di una mannaia affilata riducete in pezzi più piccoli quelli che vi sembrano troppo grandi,per facilitarvi nel processo di macellazione potete far leva su ricordi quali “perchè non mi hai chiamato ieri?” per stimolare la produzione di energia necessaria.

-mettete sul fuoco la pentola di coccio(ah già sembra inverno!ah no è che sono al secondo bicchiere di vino a stomaco vuoto) e metteteci a soffriggere con un pò d’olio l’aglio e un pezzettino di peperoncino.

-una volta che l’aglio sarà dorato ed il peperoncino avrà rilasciato il suo aroma,tuffateci lo spezzatino di pollo e le olive nere. Così facendo daremo una doratura iniziale alla carne.

-mentre il pollo si cuoce (ricordatevi di girare con un cucchiaio di legno spesso et volentieri) sminuzziamo le verdure. Prendete il peperone e riducetelo in tante piccole e lunghe listarelle,sbucciate le due patate e tagliatele a cubetti successivamente mondate le carote e tagliatele in cerchi da circa 1/2 cm l’uno (ma che è tetris dei vegani?)

-tuffate le verdure nella pentola aggiungendo la latta di pomodoro.Mescolate ed aggiungete 1 latta e mezza d’acqua. Ora potete buttare la latta se non vi siete già affezionati. Mescolate delicatamente ed aggiungete due pizzichi di sale.

-non dico 1 non dico 2 ma ben 3 ore deve cuocere a fuoco lento. Sentite la magia delle pentole di coccio che contengono tutti i sapori,sentite la forza delle casalinghe siciliane che stendono la pasta,provate lo stesso grado di misticismo delle fattucchiere di una volta,assaporate le virtù delle cuoche calabresi che friggono anche i gomitoli di polvere,sentite l’invidia di Buddy Valastro che non sarà mai in grado di cucinare un piatto simile ed infine sentitevi libere per un giorno dalla dieta estiva.

-una volta ultimata la cottura lasciate raffreddare. Quel magico processo in cui la carne assorbe tutti i sapori,l’olio si amalgama al sugo e le verdure continuano il loro processo di trasformazione in purea.

-riscaldate leggermente prima di servire.

Dice “il mio ex mi stalkera e me lo ritrovo sempre in mezzo pure al banco pesce di martedì mattina”? MA CHISSENE
Dice “mio marito non capisce che ho delle esigenze e 1 volta a settimana non mi basta nè il sesso tantomeno lo shopping”? MA CHISSENE
Dice “tra una settimana faccio 30 anni e nella mia vita ancora non c’ho capito una mazza”? MA CHISSENE

E’ quasi estate,entrate nel mood relax che caratterizzerà la vostra doratura sotto il sole,dimenticatevi dei problemi esistenziali e trovate un termine di paragone peggiorativo che vi farà sentire mediamente meglio.
Come dice Arturo il custode della discarica di Malagrotta “non ti preoccupare, se ti guardi bene intorno, trovi sempre di peggio”.

Image

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...