Venerdì a Capeside

Stamane ho preso la mia barca a remi, ho salutato mia sorella Tossicodipendente NON sposata con un ragazzo di colore con cui però ha un  figlio e sono andata al mercato del Pesce della mia ridente cittadina inventata. Siccome sono sfigata come un personaggio di Jane Eyre, vengo attaccata da inferociti alligatori mutanti che distruggono la mia imbarcazione di fortuna.  Magicamente appare un mio amico/amante che con il suo Pick-up mi scorta, seminuda ed impaurita, al mercato. Tornando a casa, gli offro la mia verginità su un sedile posteriore d’argento, non perchè mi vada in realtà, ma perchè così da contratto, gli sceneggiatori potranno permettersi altre due fortunate stagioni interamente basate sul mio conflitto interiore. Tornata a casa devastata, inizio a preparare il pranzo, perchè siccome sono sfigata, una madre che cucina non ce l’ho.

SPAGHETTI CON BOTTARGA

(Ricetta di mia Madre, la mia, non quella di Joey Potter)

Ingredienti per 4 persone

500 g di Spaghetti Ruvidi

70 g di Bottarga di Muggine (Fresca)

10 Pomodorini Pachino

2 Spicchi d’Aglio

1 Peperoncino Fresco

Prezzemolo

Olio Extravergine d’Oliva

Pangrattato (Meglio se ottenuto dal pane raffermo del giorno prima)

PREPARAZIONE

1,2 e 3. Questa ricetta è pronta.

Mentre piangete perché vi manca ANCHE una figura paterna di riferimento, fate scaldare a fuoco moderato una casseruola con un bel giro abbondante d’Olio Extravergine d’Oliva. Pelate entrambi gli spicchi d’Aglio, spezzate a metà il Peperoncino, e con la recitazione mediocre che vi ritrovate, lanciateli nell’olio. Verrete sfigurate da un’onda friggente e per tutta la vita, dovrete portare una frangetta importante come la Mamma di Dawson , abbassate la fiamma, fatevi medicare, piangete ancora un po’. Prendete un coltellaccio da cucina, resistete alla tentazione di tagliarvi le vene (perchè voi ancora non lo sapete, ma un giorno sposerete Tom Cruise, e l’asso nella manica del taglio delle vene sarà essenziale), tagliate in quattro parti i Pomodorini pachino (sfigate si, approssimative no) e lasciateli sfrigolare allegramente nell’Olio aromatico, abbassate la fiamma, coprite e versatevi un bicchiere di Scotch.

In un padellino antiaderente fate tostare con un filo d’Olio, il Pane raffermo che avrete ridotto in briciole (svelando agli spettatori che in realtà voi siete una guerriera Ninja allevata dai lupi in un laboratorio di esperimenti sugli umani) o il banalissimo Pangrattato in busta. Quando sarà dorato, spegnete e rimuovete dal fuoco altrimenti continuerà a scurirsi, come la vostra vita. Portate a Bollore una pentola di Acqua salata e tuffate gli Spaghetti trafilati. Mentre gli spaghetti cuociono, controllate la salsa. Il pomodoro ormai sarà morbido e saporito, rimuovete l’Aglio dalla padella e spegnete il fuoco. Appena prima di scolare la pasta riaccendete il fuoco sotto la salsa, scolate  e unite gli spaghetti al pomodoro, mantecate con un cucchiaio d’Acqua di cottura, la Bottarga grattugiata e il Prezzemolo tritato finemente. Non aggiungiamo sale, perchè la Bottarga è salata come una bolletta della Luce di ACEA, ma se siete delle capre dal palato d’amianto, agite a gusto personale. Fate spadellare per non più di 2 minuti (La Bottarga NON deve cuocere), impiattate e cospargete la pasta col Pangrattato tostato per aggiungere consistenza e texture al piatto. Apparecchiate con una bella tovaglia a quadri che fa così America Rurale, mangiate sole fissando il fiumiciattolo che scorre davanti casa vostra e meditate su quale dei personaggi maschili della Serie circuirete stasera. Accorgetevi con sorpresa che ORMAI ve li siete già fatti tutti, deprimetevi. Piangete di nuovo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...