BUON CARNEVALE STRONZA!

Carnevale è passato.

Anche il Festival di San Remo.

E come ogni anno ci siamo ritrovati (chi più chi meno) ad accettare quasi come la notizia di un brutto male, la vittoria di un nuovo (ma allo stesso tempo già stantio) prodotto della MariadeFilippy Factory. Questo post però non vuole di certo marcare il pessimo gusto musicale dell’Italiano medio, tantomeno l’artrite galoppante della giuria demoscopica dell’Ariston, no. Questo post è dedicato alla mia vicina di casa.

Di età indefinita e accessori discutibili, Stefania è una donna che non dice mai buongiorno. Ha un marito e due figli. Tutti e tre con meticolosi colpi di sole biondo grano su base castana.  Lei invece, che è una donna del Sud (di quelle nazi-Campane) è scura. Ma che dico scura, lei è Ebano, Corvina, più mora del moro. Questo delizioso ensamble cromatico viene completato degnamente da una tinta ‘Terra di Siena Bruciata’ derivante dalle ripetute esposizioni ai fattori UVA uscenti dai tubi fluorescenti di uno squallido studio d’Estetica affittato al livello delle Favelas Brasiliane [CIT. Lady Pantera –> cfr. Segreteria Telefonica di Lady Pantera]. Insomma, Stefania è una donna di quelle che non apprezzi neanche con un piede nella fossa, neanche se convertisse in punto di morte, tutto il suo cattivo gusto in una devozione Monoteista per Prada (L’Imperatore Costantino, verrà ricordato come il Primo Imperatore Cristiano proprio perchè si convertì in punto di morte… Ti piace vincere facile?).

Naturalmente Stefania ha una passione smodata per la TV Spazzatura ed è una Groupie non solo del Tv-Show ‘Amici di Maria’ ma di tutto quello che gli gravita attorno. Immaginate la sua partecipazione nei confronti del Festival. Ecco.. questa partecipazione io l’ho vissuta sulla mia pelle. Dall’altra parte del muro, Tv in Dolby Surround, Cellulare nella fondina per sms dell’ultimo secondo e grandi grida d’incitamento ai partecipanti… (bah…).

Così ho pensato di portarle un pensiero:

FRAPPE / CHIACCHIERE / HOWEVER YOU WANNA CALL ‘EM

INGREDIENTI

200 g di Farina ’00

40 g di Burro ( Stefania userebbe lo Strutto )

2 Uova

1 Cucchiaio di Zucchero

1 Limone ( Si intende la scorza grattugiata, la rimanenza potete tirarla da balcone a balcone a Stefania e alla sua Famiglia mentre ascoltano Gigi d’Alessio a pranzo )

1 Pizzico di Sale

Zucchero a Velo

Olio di Semi (per friggere)

PREPARAZIONE

Questa è una ricetta di Intervento, un assalto alla quiete condominiale, quindi sarà molto rapida e incisiva. In un’ampia boule setacciate la Farina (Per le Bionde che ci seguono, immaginate di essere al Mercatino dell’Usato a Monti e che sotto la farina ci sia un Viktor & Rolf originale che dovete solo scovare.. setacciate gli altri capi che vi ostacolano ). Unite Zucchero e Scorza di Limone. Assicuratevi che il Burro sia ben freddo di Frigorifero, tagliatelo in piccoli cubetti (ordinati, per favore) come quando spartite le droghe tra voi e i vostri amici il sabato pomeriggio in previsione della Seratona che vi aspetta. Aggiungete all’Aromatico dry-mix le due Uova ben sbattute con un pizzico di Sale, Impastate immaginando di fare un massaggio rilassante alla schiena di Eric Bana (Ahhhh <sospirando con la testa di lato> ) e lasciate riposare in Frigorifero per 30 minuti.

Per ottimizzare il vostro tempo, prendete della Carta da Lettere intestata, una Penna Stilografica e sedetevi al vostro scrittoio (ne avrete sicuramente uno, tra la Madia per il Pane e l’Acquaio). Esercitatevi nel comporre un pensiero dolce e affabile per la vostra adorata vicina. Sorridete e pregustate la sua faccia carbonizzata sorpresa quando vi vedrà arrivare Favolose alla sua porta.

Stendete l’Impasto velocemente, come se non ci fosse un domani. Quando sarà molto sottile, tagliatelo in strisce eleganti con una rondella e friggete questi scampoli  in Olio di Semi Bollente. (Siete delle stronze anoressiche contro la frittura, affari vostri. Non friggere le frappe è come comprare un capo Lanvin da H&M –> SBAGLIATO! ). Mentre le lasciate freddare, fatevi una doccia perchè puzzerete come il Tram 5 alle 8:10 del Mattino. Cospargete il prodotto della vostra bravura culinaria con abbondante Zucchero a Velo, e Via!!!

Bussate vigorosamente alla porta, sorridete, consegnate il vassoio (specificando che va restituito perchè Alessi non sta bene in una casa del genere), fate una piroetta su voi stesse e sbattete la porta in faccia alla vostra vicina rumorosa.

‘Cara Stefania, accetta queste Frappe fatte da me con tanto affetto. Magari mentre le mangi te stai zitta 10 minuti.’

Buon Carnevale Stronza!

Una risposta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...